CONTENUTI DEL BLOG

Visualizzazioni totali

lunedì 8 febbraio 2016

RICETTA: RISOTTO SPECK E BRIE (PRIMO)

INGREDIENTI (X4):
- 200 GR DI RISO PER RISOTTI
- 200 GR DI BRIE
- 100 GR DI SPECK A DADINI
- OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA
- 1 NOCE DI BURRO
- BRODO Q.B.
- SALE SE NECESSARIO.

PREPARAZIONE: TOGLIETE LA CROSTA AL FORMAGGIO E TAGLIATELO A PEZZI. IN UNA CASSERUOLA VERSATE 3 CUCCHIAI DI OLIO, AGGIUNGETE LO SPECK E FATE ROSOLARE. AGGIUNGETE IL RISO E FATE TOSTARE. BAGNATE COL BRODO POCO ALLA VOLTA. A 1 MINUTO DALLA COTTURA DEL RISO (IL TEMPO E' INDICATO SULLA CONFEZIONE) AGGIUNGETE IL FORMAGGIO E MESCOLATE FINO A QUANDO NON SI SCIOGLIERA'.  AGGIUSTATE DI SALE SE NECESSARIO. SPEGNETE IL FUOCO. MANTECATE CON LA NOCE DI BURRO E SERVITE.

QUAL E' LA COSA PIU' PAZZA CHE AVETE FATTO PER AMORE? ECCO LE 5 PIU' ASSURDE

  1. Nel 2010, un ragazzo russo di nome Alexey Bykov, sapendo che la sua ragazza non avrebbe detto facilmente ”si” alla sua richiesta di matrimonio, inventò uno scenario ad hoc: finse di essere in fin di vita dopo aver fatto un incidente, pronunciando come sue ultime parole ”vuoi sposarmi?”;
  2. Jacqueline e Neil Megson, coppia lesbo, nel 2011 decisero di spendere ben 400 mila dollari in chirurgia plastica per diventare le stesse identiche persone, così da stare vicine anche quando non lo erano;
  3. Jordan Cardella, ventenne di Milwaukee, dopo aver perso la sua ragazza per un altro decise di creare una situazione che potesse di nuovo attirarlo a lui. Pagò così un suo amico per farsi sparare ed avvisare la sua ragazza che stava per morire ma, ahimè, morì per davvero;
  4. Maria Nilza Simões, donna brasiliana fidanzata da circa 10 anni, si convinse che il suo uomo aveva un’altra donna. Ingaggiò così un killer per farla uccidere;
  5. Winston Howes, ora settantenne, 17 anni fa per onorare sua moglie defunta piantò nel suo giardino dei bulbi di querce facendo scegliere la posizione ad un suo amico ingegnere. Quelle querce ora sono cresciute e dall’alto formano un cuore gigantesco con all’interno inciso il nome di sua moglie.

sabato 6 febbraio 2016

SANREMO 2016, I CANTANTI E GLI OSPITI

Da martedì 9 febbraio inizia l'edizione 2016 di Sanremo. A condurre il festival della canzone italiana Carlo Conti. Numerosi gli ospiti: Elton John, Laura Pausini, Maitre Gims. Festeggia i 30 anni dalla vittoria di "Adesso tu" Eros Ramazzotti. Tornano sul palco i Pooh con Riccardo Fogli. Elisa presenta il suo nuovo singolo. Ospite della serata finale il grande Renato Zero, a 25 anni da "Spalle al muro". E per i più piccoli Cristina D'Avena. Gabriel Garko? Ci sarà dopo il brutto incidente che l'ha coinvolto?

I 20 big in gara:

ANNALISA
ARISA
ALESSIO BERNABEI
BLUVERTIGO
GIOVANNI CACCAMO E DEBORAH LUMATO
CLEMENTINO
DEAR JACK
DOLCENERA
IRENE FORNACIARI
LORENZO FRAGOLA
FRANCESCA MICHIELIN
NEFFA                                            
NOEMI                                                              
PATTY PRAVO
ROCCO HUNT
ENRICO RUGGERI
VALERIO SCANU
GLI STADIO
ZERO ASSOLUTO


ELIO E LE STORIE TESE

PER SAN VALENTINO RICETTA: MACEDONIA CON CIOCCOLATO BIANCO

INGREDIENTI (X2): PER QUESTA RICETTA OCCORRONO:
- 2 CONFEZIONI DI CREMA AL CIOCCOLATO BIANCO. LE TROVATE SUL BANCO LATTICINI
- 1/2 PAPAYA
- 1 KIWI
- 1 FETTA DI ANANAS (GIA' PULITA)

PREPARAZIONE: TRASFERITE LA CREMA AL CIOCCOLATO BIANCO IN DUE COPPETTE DI VETRO. PULITE E TAGLIATE A PEZZETTI LA FRUTTA. DISTRIBUITELA TRA LE DUE COPPETTE, SOPRA LA CREMA. SERVITE.

lunedì 1 febbraio 2016

RICETTA: PIZZA VELOCE AL TALEGGIO E RADICCHIO

INGREDIENTI (X4): PER QUESTA RICETTA OCCORRONO:
- 4 PIZZA MARGHERITA SURGELATE
- 150 GR DI TALEGGIO
- 200 GR DI RADICCHIO ROSSO
- OLIO EXTRA VERGINE DO OLIVA
- SALE

PREPARAZIONE: FATE SCONGELARE LE PIZZE. MONDATE IL RADICCHIO E TAGLIATELO A STRISCIOLINE. IN UNA PADELLA FATE SCALDARE DUE CUCCHIAI DI OLIO. AGGIUNGETE IL RADICCHIO, FATELO CUOCERE PER 10/15 MINUTI, SALATE. TOGLIETE LA CROSTA AL TALEGGIO E TAGLIATELO A FETTINE. DISTRIBUITE SULLE PIZZE IL RADICCHIO E LE FETTE DI TALEGGIO. INFORNATE A 180° PER 10 MINUTI (LA COTTURA DIPENDE ANCHE DAL FORNO, CONTROLLATE LA COTTURA DELLA PASTA, IL FORMAGGIO DEVE SCIOGLIERSI MA NON BRUCIARE).

EXPLOSION BAND, LE DATE DI FEBBRAIO, E ALLA PARRANDA TUTTO ESAURITO


Il mio primo concerto degli Explosion..Due ore ininterrotte di energia, un viaggio nella musica di ieri e di oggi. Impossibile rimanere fermi, il gruppo coinvolge e stravolge. Tutti bravissimi artisti! E a fine concerto, fila per fare le foto con loro!
Io e Paolo Battaglino

sabato 30 gennaio 2016

STASERA BELEN E LITTIZZETTO A C'E' POSTA PER TE

Tra un pianto e l'altro stasera si riderà con la Littizzetto, vedremo cosa farà Belen e se ci dirà se è vero che si è lasciata con De Martino..Ancora non l'ho capito..

giovedì 28 gennaio 2016

BUONANOTTE A TUTTI!!!


PALLA: TROPPO TENERA. DOPO I CATTIVI CHE LE HANNO FATTO DEL MALE, ALTRI CATTIVI CHE VOGLIONO SPECULARE SU DI LEI

Il musetto di Palla, mi ha conquistato. Sperando che chi l'ha ridotta in questo modo, la paghi secondo giustizia, ecco che "animalisti" cercano di speculare su di lei, ma lasciatela in pace!!!

La cagnolina Palla, ritrovata quasi decapitata e con il muso estremamente deformato, sta meglio: il ricovero procede bene, ad annunciarlo è la Clinica Duemari di Oristano, che però mette in guardia sulla presenza di sciacalli. Qualcuno su internet, ha annunciato raccolte fondi e lotterie benefiche proprio per consentire di curare Palla, ma si tratta di una vera e propria truffa che ha anche coinvolto, loro malgrado, il nome di alcune testate giornalistiche italiane. Sfruttando la pubblicità derivante dal buon nome dei principali siti italiani di notizie, alcuni ignoti hanno pensato bene di ingannare le persone che vorrebbero aiutare Palla.
 Dalla Clinica Duemari, però, fanno sapere che per il momento non è stata lanciata alcuna raccolta fondi, nemmeno 'ufficiale'. E invitano tutti a segnalare questi annunci alla polizia postale.lli sul web.(da Leggo)

RICETTA: PASTA AL CAVOLFIORE A MODO MIO

INGREDIENTI (X4): PER QUESTA RICETTA OCCORRONO:
- 1 CAVOLFIORE PICCOLO
- 1 DADO DI CARNE
- 350 GR DI PASTA CORTA
- SALE
- BURRO O MARGARINA

PREPARAZIONE: MONDATE IL CAVOLFIORE E FATELO SBOLLENTARE IN ABBONDANTE ACQUA SALATA. CONTROLLATE LA COTTURA INFILANDO UNA FORCHETTA. SCOLATELO E TAGLIATELO A PEZZI. IN UNA PADELLA FATE SCIOGLIETE 3 NOCI DI BURRO, AGGIUNGETE IL CAVOLFIORE, AGGIUSTATE DI SALE METTENDO LA PARTE DI DADO CHE OCCORRE (IL CAVOLFIORE SARA' GIA' SALATO DALLA COTTURA IN ACQUA SALATA, MA MAGARI NON SARA' GIUSTA LA SALATURA, QUINDI POTRA' SERVIRE 1/4 O PIU' DI DADO). PROSEGUITE LA COTTURA MESCOLANDO PER 10 MINUTI. INTANTO CUOCERE LA PASTA IN ABBONDANTE ACQUA SALATA PER IL TEMPO INDICATO SULLA CONFEZIONE. A COTTURA ULTIMATA, PRENDETE MEZZO MESTOLO DI ACQUA DI COTTURA E VERSATELO SUL CAVOLFIORE. SCOLATE LA PASTA E CONDITELA COL IL CAVOLFIORE. SERVITE.

mercoledì 27 gennaio 2016

GIORNO DELLA MEMORIA


Due testimonianze di deportati..Che orrore, sembra impossibile che siano successe cose così atroci..No, non si può dimenticare...

GIUSEPPE GIANECHETTI di Trieste
 «Qui giunto, come prima cosa mi percossero abbondantemente. Il più feroce dei bastonatori era un maresciallo, che al posto della mano aveva un uncino e ci faceva correre attorno alla vasca che serviva per i rifiuti, lavare le gavette e i vasi da notte insieme. Poi fui rinchiuso nelle celle. La mia portava il numero 4. Queste celle erano spesso occupate da 4 persone e provvisoriamente anche da sei. La notte non si poteva dormire, perché una lampadina fortissima era accesa giorno e notte. La sentinella o le sentinelle delle SS molto spesso aprivano le porte, e sempre gridando, e questo per farci vivere in un continuo stato di terrore. Cosicché si può dire che, finché rimasi là dentro, non ebbi pace neanche un minuto».
BRANKA MARICIC di Fiume
«Quando ci portarono in Risiera non sapevamo ancora dove ci trovavamo. Ci misero in uno stanzone. Al piano superiore erano rinchiusi alcuni militari italiani, dei ragazzi giovani. Avevano smosso le tavole del soffitto e ci domandarono di dove fossimo, dicendo di non conoscere il motivo del loro arresto.
Non ricordo se il crematorio fosse già in funzione quando arrivammo in Risiera. Penso che abbiano sistemato le celle e il forno dopo aver razziato per i paesi e aver portato in Risiera prigionieri, merce d'ogni specie e bestiame che avevano prelevato nei villaggi. Quando le SS tornavano dalle loro scorrerie, si potevano udire un gran trambusto e delle grida. Vidi proprio di fronte a me qualcosa che ardeva nel capannone. Notai delle SS che trascinavano per le spalle della gente, che giaceva immobile per terra, nell'interno del capannone dal quale usciva quella luce. Vedendo questo provavo una paura indicibile. Arrivò una SS che mi cacciò in malo modo dalla finestra minacciandomi. Penso che fossero i primi di aprile quando condussero una donna anziana. L'avevano portata in Risiera assieme alla governante. Questa venne rilasciata, mentre lei venne trattenuta. La poverina ci faceva molta pena perché non poteva assolutamente muoversi da sola. Si lamentava a causa dei dolori e ciò fece andare in bestia le SS. L'avvolsero in una coperta e si misero a trascinarla per i gradini dal terzo piano. Gridava in modo atroce. Dicono che morì quando la trascinarono fino al pianterreno. Proveniva da una famiglia triestina stimata e molto ricca. Suo marito era stato ufficiale durante la I Guerra Mondiale ed era stato decorato. Non ricordo come lei si chiamasse.
Un giorno condussero un gruppo di ebrei arrestati a Rab. Erano in prevalenza di Zagabria e tra loro c'era una stupenda greca. Li portarono in un campo di concentramento tedesco, penso ad Auschwitz. Su quel treno si trovava pure un membro della famiglia Grguric di Susak. Quando li condussero in Risiera, li spogliarono di tutto. Spiavamo attraverso le fessure della porta come le SS li perquisivano e cacciavano nelle proprie tasche le monete e gli oggetti d'oro. Quando gli ebrei se ne andarono con il treno si accomiatarono da noi dicendoci: "beati voi che rimanete". Sapevano dove li stavano portando e che cosa li attendeva.
Doveva essere il 14 maggio quando sentii provenire dal cortile delle urla e degli spari. Venimmo a sapere che avevano fucilato due dei militari che si trovavano al piano superiore».

lunedì 25 gennaio 2016

RICETTA: TORRETTE DI CRACKER (ANTIPASTO)

INGREDIENTI (X8): PER QUESTA RICETTA OCCORRONO:
- 20 CRACKER
- 250 GR DI FORMAGGIO SPALMABILE AL PROSCIUTTO COTTO
- CETRIOLINI SOTT'ACETO

PREPARAZIONE: DIVIDETE IN DUE I CRACKER. MOLTO DELICATAMENTE, SPALMATE IL FORMAGGIO SUI MEZZI CRACKER E PROSEGUITE A STRATI (OGNI TORRETTA SARA' FORMATA DA 5 MEZZI CRACKER). SOPRA AD OGNI TORRETTA GUARNITE CON UNA O DUE FETTE DI CETRIOLO. SERVITE.

IL SEGNO DELL'ACQUARIO A TAVOLA

Quelli del segno dell'Acquario amano i cibi semplici, ma cucinati con un tocco di fantasia. Prediligono i legumi e le torte salate.